mercoledì 11 gennaio 2012

COSTUMI CINESI ANTICHI - Collezione Stampe

***


Mi ripeto per chi, Lettore nuovo del mio blog, non sa e si domanda magari il perchè io abbia così tante collezioni, le più disparate, da condividere.
Non sono io la collezionista, bensì ... [sono solo la beneficiaria ... ora faccio copia-incolla dell' introduzione del post in cui ne parlavo (Qui)]

: - "Mio marito è medico, così come lo era il padre, mio suocero, che purtroppo non ho conosciuto.
Chi invece ebbe l'opportunità di conoscerlo, e sono moltissime le persone, lo ricorda ancora a distanza di anni e lo definisce un uomo integerrimo, umano e professionalmente impagabile.
Ho traccia di questa persona, che mi sembra di aver realmente conosciuta, tramite le cose che ha lasciato di sé e che mio marito conserva come reliquie. Aveva solo 12 anni quando il padre morì!
Parlo dei suoi innumerevoli libri, non solo di medicina, ma anche di filosofia, alcuni con note a margine, vergate di suo pugno, delle poesie da lui scritte, della meticolosità e passione con cui ricercava e conservava i suoi oggetti, le opere d'arte, originali o copie, gli opuscoli, le cartoline.
Questa opportunità di collezionare materiali artistici gli veniva offerta anche dalle case farmaceutiche, le quali, prima (ora non più) inviavano ai medici, gadget (ora si dice così), informazioni scientifiche sui loro farmaci, consigli, scrivendoli a tergo di stampe di opere, le quali spaziavano dalle pitture raffiguranti capolavori di artisti celebri, alle grandi scoperte, alle invenzioni, ai costumi etnici mondiali ... insomma, di tutto e di più, offerto con l'intento di dare ai medici la possibilità di approfondire la loro cultura e non solo in ambito farmacologico. Si potrebbe dire che le case farmaceutiche di prima fossero più "serie", perchè affiancate da persone culturalmente qualificate non soltanto in ambito farma-scientifico, ma anche artistico." -

Ed ecco altre Tavole: raffigurano Costumi Cinesi di epoche passate ...
ahimè, prive di qualsiasi informazione illuminante, per poter capire almeno il periodo o chi erano i dignitari e le dame riconoscibili dal costume indossato.





































































***


Nella parte inferiore di ogni stampa si legge "Bouty" ...




 




La storia


E' il 1898 quando il Dottor Bouty, farmacista francese, fonda la Italiana Laboratori Bouty, la prima azienda italiana a produrre medicine basate su estratti d'organi animali (opoterapia). Ricerca, personale preparato e tecnologie all'avanguardia sono già i punti di forza- mai scordati - dell'azienda.

Gli stessi che trova nel 1975 e fa propri il gruppo farmaceutico Carter Wallace Inc., multinazionale americana che acquista la Bouty. Con essa l'azienda inizia ad operare in un contesto internazionale distribuendo prodotti innovativi e all'avanguardia, quali i dentifrici sbiancanti - Pearl Drops - e i test di gravidanza - Confidelle.

Nel 1983 Bouty opera l'acquisizione della Corsel (igiene orale, cura dei capelli, medicazione), nel 1994 della Technogenetics (biotecnolgie e diagnostica) e nel 1997 della Sanodent (adesivi dentali).

Nel 2001 Bouty entra a far parte del gruppo Armkel, divisione internazionale della società americana Church & Dwight, esperienza fortemente caratterizzata dalla costante e rinnovata attenzione nella ricerca di elevati standard di qualità in ogni ambito aziendale.

Il 2002 risulta un anno caratterizzato da un importante cambiamento negli assetti societari, infatti Bouty è oggetto di un management buyout, supportato con successo da un'importante banca di affari e da un primario fondo di investimento.

Bouty ha ora una marcia in più: la qualità nel modo di operare e l'esperienza di una grande multinazionale abbinate, però, alla flessibilità che solo un'azienda , che si identifica con la propria realtà nazionale può avere. Un connubio vincente per continuare a cavalcare l'onda, chiave di ogni successo.
Qui




Le 10 Stampe (1957) postate sono di mia proprietà.



***


8 commenti:

  1. LAURA MARCHIARO11/01/12, 12:02

    oggi vado a vedere... ciao bacio! brava, mi piacciono molto i Giapponesi...

    RispondiElimina
  2. davvero meravigliose e poi che onore.. i miei occhi sono grati! Bises, Valerie

    RispondiElimina
  3. Non vorrei fare la figura del secchione enciclopedico che si permette persino di smentire la ditta Bouty, ma questi sono costumi cinesi. Il copricapo che indossano gli uomini è il guanmao, indumento ufficiale dei dignitari di corte durante la dinastia Qing (ovvero i manciù, l'ultima dinastia imperiale cinese prima della rivoluzione e della proclamazione della repubblica). Si può vedere un "originale" a questo link:
    http://sss.wskybbs.cn/bbs/attachments/forumid_71/100110145005bedd40f5d036df.jpg

    RispondiElimina
  4. Tetsu Kashiwaya11/01/12, 14:24

    Ciao, Serenella. Sono riluttanti a dire questo, ma ... si sta mescolando il tutto con il Cinese... 8))

    RispondiElimina
  5. @ Tetsu - Speravo proprio nel tuo intervento per illuminarmi. Avevo qualche dubbio dato che mi era sembrato strano non trovare nessun riferimento su Internet. Grazie. Quindi i costumi sono Cinesi!

    RispondiElimina
  6. @ Sergio. Sei il miglior secchione enciclopedico che io conosca. Vedi, ti ho dato pure motivo di smentire, oltre la Bouty, anche me, dato che dicevo sopra: ... "perchè affiancate da persone culturalmente qualificate non soltanto in ambito farma-scientifico ..."
    Spero che questo madornale errore rimanga unico.
    Sono molto contenta di aver avuto la tua attenzione e il tuo appoggio ... chi se non tu, nonostante non giapponese, avrebbe rilevato immediatamente la discrepanza ... dato che del Giappone sai tutto per via dei libri che scrivi molto descrittivi ... sembra proprio che vivi in Giappone! Traspare anche il fascino che questa cultura ti infonde.
    Grazie Sergio.:))))))

    RispondiElimina
  7. Tetsu Kashiwaya11/01/12, 18:49

    sì, Serenella. che è un cappello maschile comunemente usato duirng Dinastia Qing (1644-1912) nella storia cinese. a proposito, avete visto il film "L'ultimo imperatore" (1987) di Bernardo Bertolucci? In caso contrario, check this out per il confronto con le immagini sul tuo blog.
    http://www.youtube.com/​watch?v=voul-mV6SAg.

    una bella serata... ♥ 8)

    RispondiElimina
  8. Grazie mille Serena, è un piacere esserti d'aiuto; e grazie anche a Tetsu che conferma le mie impressioni.

    RispondiElimina

La moderazione dei commenti non è attivata.
Ringrazio anticipatamente per la Vostra gradita visita e per le Vostre gentili parole che saranno lette con interesse e piacere.