lunedì 14 novembre 2011

DAL BAULE DELLA NONNA - Accessorio Particolare -



*


Porta-profumo

Questo accessorio femminile, da borsetta o da portare al collo come pendente, appena l'ho visto ne sono rimasta affascinata, più propriamente: attratta!
Mi sono subito autonominata sua proprietaria e da allora lo porto sempre con me come fosse un portafortuna e non un portaprofumo ...





Portaprofumo - Corpo di pietra "Corniola", Testa in oro -



Sicuramente, l'orafo che produsse questo oggetto, si mise d'impegno per raffigurare uno "Scarabeo" stilizzato, (forse è più simile ad un cervo volante). 
Probabilmente l'idea iniziale gli venne dopo aver considerato la macchia nera inglobata nella pietra: sembra il disegno dello scudo corneo che certi  coleotteri hanno sul dorso per proteggere le ali posteriori vere e proprie, membranose.

Credo fermamente che questo oggetto, di squisita fattura, sia stato ideato con l'intento di essere, oltre che un piccolo contenitore per profumo, un amuleto benigno, apportatore di positività per la persona che lo avrebbe posseduto: infatti, la corniola e lo scarabeo sono simboli "portafortuna".




 





                                                        

















La parte superiore mobile, è di oro cesellato.
Dovrebbe raffigurare la testa dello scarabeo sacro egizio e la pallina al centro: il sole, circondato dalle zampe anteriori chiuse a cerchio.
(io la vedo così!?)









La data di creazione potrebbe essere fine '800.
La misura totale è di cm. 8x3,5o


                                                                                    *


Un poco di "Superstizione"!


Lo SCARABEO


è forse il simbolo sacro egiziano più conosciuto in senso assoluto : avvolto nel fascino misterioso di questa antica cultura rappresenta il simbolo ciclico del sole, ma anche la resurrezione e l’autorigenerazione maschile, il sole che sorgendo la mattina scaccia le tenebre.

Non tutti sanno che gli egiziani pensavano che tutti gli scarabei fossero di sesso maschile.
Ma lo Scarabeo non è limitato solo alla millenaria cultura egiziana ma lo ritroviamo anche in altre civiltà, come in quella Maya, oppure quella dell’antica Roma e dell’Asia.
La constatazione che lo Scarabeo sia diffuso in così tante antiche civiltà fa ritenere, ad alcuni studiosi, che questo simbolo provenga da antichissime civiltà di cui si sono perse le tracce, come Atlantide e Lemuria.
Fondamentalmente lo Scarabeo è un talismano che aiuta a prendere decisioni di ogni genere e genera una forza attiva senza pari.
No importa su quale parte del corpo sia portato come relativa importanza ha il materiale su cui è scolpito : in ogni caso sprigiona una forza attiva, un influenza benefica su tutti i centri energetici.
E’ tuttavia possibile disegnare una mappa abbastanza precisa sugli influssi generati a seconda della parte del copro su cui viene portato basandosi, appunto, su antichissimi testi millenari.

Influenza dello Scarabeo

Per favorire le comunicazioni , l’espressione e la comprensione delle comunicazioni si preferisce portare al collo lo Scarabeo.
Per favorire invece la chiaroveggenza, la sensitività, le premonizioni lo si pone su una benda in corrispondenza del “terzo occhio”.
Particolare collocazione è quella sopra il cuore : permette di percepire le onde d’amore a noi dirette, favorisce i sentimenti più puri, purifica ogni sentimento in uscita e entrata nel nostro cuore.
Se invece desideriamo concentrarci nell’ascolto attivo e sulle persone a noi care, recependo ogni loro situazione, sentimento e pensiero basta posizionarlo in prossimità dell’orecchio.
Per coloro che hanno fluidi di guarigione nelle mani è utile portarlo incastonato su un anello o su un braccialetto : in questo modo favorisce l’apertura del chakra delle mani e aiuta a incanalare l’energie e il fluido di guarigione.
Per rafforzare la propria volonta e le proprie decisioni, basta collocarlo in prossimità del plesso solare.  ... Continua ... Qui


         


La CORNIOLA

Gli antichi egizi ritenevano che la pietra fosse sacra ad Iside, la dea che ricompose il corpo di Osiride riportandolo in vita. Quindi la corniola è sempre stata ritenuta come l'energia del sangue, ovvero come quella pietra che dà coraggio ed elimina ogni paura, anche quella della morte, non a caso contiene un'elevata percentuale di ferro. La Corniola è una varietà di Calcedonio e appartiene alla famiglia dei Quarzi.




E’ una pietra semipreziosa, molto diffusa e conosciuta, di un bel colore rosso-arancio-bruno-marrone.
La variabilità della colorazione, con infinite combinazioni di disegni e di “mondi da scoprire”, è data dalla presenza di ossidi di ferro.
E' una pietra di carattere, dotata di forte personalità.
Considerata da sempre il simbolo della vita, è una pietra “socievole”, solare e gioiosa; apre e riscalda il cuore.
La Corniola infonde vitalità, ottimismo e allegria, nonché stabilità, concretezza e razionalità.
La Corniola è associata al II° chakra, situato all’altezza dell’ombelico, che più di tutti gli altri, rappresenta la vita ed il nucleo della forza vitale, fisica e psichica.
Ritenuta probabilmente l’emblema della vita oltre la morte, gli antichi egizi usavano inserirla nelle tombe con lo scopo principale di accompagnare i defunti nell’aldilà e per propiziare e celebrare la nuova vita.
In tempi più recenti la Corniola continua ad essere considerata un talismano contro ogni tipo di negatività e di mala sorte.
Si crede che protegga la casa da eventuali terremoti, impedendole di crollare.

Goethe le ha dedicato una simpatica filastrocca che, tradotta in italiano, più o meno recita così:
“La Corniola è un talismano, ti fa star felice e sano.
Ti protegge dai malanni. La tua casa non ha danni”

Questo ci fa intuire quanto la Corniola simboleggi le basi solide ed un profondo radicamento.
E’ consigliata alle persone che sono troppo “spirituali” e con la testa tra le nuvole.
Rafforza il nostro legame con la Terra, allineando il corpo fisico con quello eterico, portandoci ad apprezzare e a godere anche dei piaceri del mondo.
Ci insegna ad armonizzare e a bilanciare gli opposti, a trovare equilibrio tra povertà e ricchezza, sacro e profano, piacere e dovere, ying e yang… essere ed apparire.
Conferisce stabilità e unità col Tutto.
Stimola il senso di giustizia, l’altruismo e i principi etici.
Favorisce la concentrazione e ci aiuta a restare nel momento presente.
A differenza del Lapislazzulo, la Corniola è una buona compagna per la notte.
Tenere la pietra nella in camera da letto ci aiuta a dormire serenamente e tiene lontano gli incubi.
Quando dobbiamo affrontare una situazione difficile, è bene portarla in corrispondenza della pancia, poichè ci infonde coraggio, fermezza e ottimismo.
Se stai vivendo momenti di apatia o una situazione di stress, tieni e mantieni per qualche minuto questa pietra nella mano, (destra per la donna e sinistra per l’ uomo) per ritrovare l’energia vitale e la voglia di fare.
L’energia Corniola ci mette voglia di iniziare le cose con entusiasmo, stimola l’azione e il movimento verso il raggiungimento dei nostri scopi e dei nostri sogni.
Si dice che portarla con sé sia indice di vittoria assicurata.   ... Continua ... Qui





*
 



6 commenti:

  1. molto molto bello, io metterei una catena e lo porterei sempre al collo, molto chic...

    RispondiElimina
  2. Sono cose preziose e sfiziose che piacciono anche a me, il dualismo con l'oggetto-insetto e leggenda mi affascina, tutto quello che stimola la fantasia mi affascina e fa sognare.
    Un abbraccio
    Giulia

    RispondiElimina
  3. @ Laura, vedrò di fare come mi suggerisci anche se risulterà un po' pesante (come peso) ... ti dirò poi se ci saranno benefici! Un bacio.

    @ Giulia, Tu, di fantasia ne hai da vendere e i tuoi vetri colorati lo dimostrano, fanno veramente sognare e non hanno niente da invidiare a questo oggetto anche se particolare!
    Grazie della visita. Un abbraccio anch'io.

    RispondiElimina
  4. ciao...che forte.... interessantissimo...
    ciao..un sorriso..luigina

    RispondiElimina
  5. Ma quant'è bello!!!!!!!!!!!!! E' un pezzo incantevole, meraviglioso, perfetto
    Emi

    RispondiElimina
  6. Grazie Luigina, grazie Emi ... Un abbraccio.

    RispondiElimina

La moderazione dei commenti non è attivata.
Ringrazio anticipatamente per la Vostra gradita visita e per le Vostre gentili parole che saranno lette con interesse e piacere.